La sindrome dell'intestino irritabile

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è uno dei disturbi gastrointestinali più comuni. Nella nostra vita quotidiana, conosciamo questa sindrome anche con il termine stomaco nervoso, colon irritabile o semplicemente intestino irritabile.

Dicendo che l'intestino irritabile è un disturbo funzionale dell'intestino, si intende che solo la funzione dell'intestino è disturbata, ma non l'intestino stesso.

Per diagnosticare una sindrome dell'intestino irritabile, o piuttosto per escludere altri disturbi, si fanno molti esami diversi. Nella maggior parte dei casi, una colonscopia, ultrasuoni e un'analisi del sangue sono i metodi comuni per diagnosticare questo tipo di sindrome.
Se tutto sembra a posto nei risultati di questi esami e non si trovano altre spiegazioni ovvie per la sofferenza del paziente, il che significa che organicamente il paziente sta completamente bene, molto probabilmente gli verrà diagnosticata la sindrome dell'intestino irritabile in quanto soffre di disturbi intestinali cronici.

Naturalmente, è molto rassicurante quando un paziente può essere sicuro di non soffrire di cancro o di qualsiasi tipo di infiammazione. Tuttavia, questa diagnosi non aiuta a rendere la vita del paziente più facile. I sintomi non scompariranno semplicemente perché si possono escludere altre malattie. Continueranno a influenzare la vita quotidiana del paziente e la maggior parte delle volte, anche dopo la diagnosi, la persona colpita non sa cosa fare per moderare il dolore.

Circa il 5-11% della popolazione soffre di intestino irritabile. I sintomi di questa sindrome includono diarrea, ma anche mal di stomaco, sensazione di pienezza, pirosi gastrica e nausea.
Ci sono diversi tipi di pazienti affetti da sindrome dell'intestino irritabile: pazienti che soffrono di diarrea a causa del loro disturbo, pazienti che soffrono di stitichezza e pazienti che soffrono di diarrea oltre che di stitichezza.

Frusano ha suggerimenti per tutti i tipi. Possiamo aiutarvi a vivere più felici e più liberi con la vostra sindrome dell'intestino irritabile.

La migliore dieta per l'intestino irritabile: mangiare di nuovo meglio

Non c'è una ragione per la sindrome dell'intestino irritabile. Tuttavia, ci sono prove che certi tipi di alimenti causano i sintomi della sindrome. Le vere allergie agli alimenti sono rare, ma la maggior parte dei pazienti soffre di almeno un'intolleranza.

Soprattutto l'intolleranza al fruttosio non è rara. Il fruttosio mal assorbito può peggiorare il dolore. In questo caso, i sintomi sono molto specifici e si verificano solo dopo aver consumato determinati alimenti. Dolori allo stomaco, flatulenza e diarrea sono il risultato dopo aver mangiato frutta o cibi altamente zuccherati. Alcuni studi hanno dimostrato che il 74% dei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile con intolleranze al fruttosio si sono sentiti meglio dopo aver eliminato il fruttosio dalla loro dieta.

Un altro tipo di dieta che mostra un alto successo nel trattamento della sindrome dell'intestino irritabile è la dieta di eliminazione. Questo tipo di dieta consiste nel limitarsi ai FODMAP, per esempio. Poiché l'intolleranza di alcuni componenti alimentari ha un effetto negativo sul tratto digestivo, omettere quelle parti che non possono essere processate dal paziente aiuta con l'intestino irritabile.

La scelta della dieta perfetta è una decisione individuale. Anche con la dieta dell'intestino irritabile, è importante trovare gli alimenti perfetti che non influenzano negativamente l'intestino. Pertanto, la conoscenza del malassorbimento del fruttosio, della dieta FODMAP e degli alimenti FODMAP può essere molto utile.

La scelta del cibo giusto può essere un grande successo per la qualità della vita di un paziente con sindrome dell'intestino irritabile!